CATERINA GALLI (FORZA CIVICA) “MI BATTERO’ SEMPRE PER LA NOSTRA ITALIA!”

Comunicato-stampa di Caterina Galli (Forza Civica)

Ho lungamente riflettuto sulla necessità di commentare quanto è accaduto e sta accadendo in seguito ad una mia lettera al direttore di un quotidiano locale. Tale lettera era volta a evidenziare – a mio avviso doverosamente – la mancanza di seri criteri di valutazione atti a decidere quali soggetti di origine straniera devono essere “ospitati” nel nostro Paese. All’interno della lettere era presente una frase che è stata volutamente fraintesa e strumentalizzata da parte di alcuni individui certamente legati alla sinistra, quella stessa sinistra che specula, anche economicamente, su concetti quali povertà e disperazione. Consentitemi quindi di specificare qualcosa che, per chi ha letto senza preconcetti e secondi fini, risulterà del tutto superfluo e sottinteso: quando dico che “il nostro Paese non può diventare la pattumiera umana dell’intero Vecchio continente” intendo dire che una nazione che ha a cuore la tutela della sicurezza dei propri cittadini, oltre che la difesa della propria civiltà e identità nazionali, non può e non deve ospitare senza criterio. La frase in questione si riferiva a quei soggetti violenti e pericolosi, spesso mescolati ai veri bisognosi, che hanno all’attivo già numerose condanne. Criminali incalliti che arrivano in Italia, certi di poter sfruttare la nostra negligenza nei controlli preventivi, per poter nuovamente delinquere indisturbati, senza gravi ripercussioni nel caso (spesso remoto) in cui venissero “beccati”. Ritengo la metafora della “pattumiera” anche troppo gentile per tratteggiare il profilo di tali individui. Come definireste il finto profugo del Cara di Mineo che ha brutalmente ucciso i due anziani coniugi Italiani, violentando la signora? Come definireste quei nigeriani che hanno brutalmente violentato, maciullato e nascosto in valige il corpo di Pamela? Come definireste tutti gli episodi di violenza e crudeltà riportati quotidianamente dalla stampa o dalla tv quando, nel peggiore dei casi, non li viviamo sulla nostra pelle? Come definireste lo sfruttamento di ragazzine anche minorenni, messe sulle strade a prostituirsi con la forza? Come definireste chi viene qui per progettare attentati? Per me questa è immondizia umana. Sono rifiuti, così come i pedofili e gli assassini nostrani. Rifiuti umani per i quali io non posso e non voglio avere nessuna pietà. La pietà dobbiamo averla per chi ha davvero bisogno, brave persone che meritano di essere aiutate ad ogni costo. L’Italia non può permettersi di importare delinquenza da altre nazioni, ha già la sua. Per quanto mi riguarda chi voleva capire il senso delle mie parole l’ha capito (e, a giudicare dai commenti che ho letto sono l’assoluta maggioranza!), gli altri (pochissimi) continuino pure a starnazzare sulla questione, offendendomi pubblicamente e in privato. Vedremo, quando a breve saranno chiamati alle urne, se gli Italiani la penseranno come me!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...