LA CASA DELLE IDEE “MAMMA E PAPA’… HO FAME!”

E’ tempo di incontri nelle Scuole Primarie di Parma per le valutazioni del primo quadrimestre, ci si aspettava di sentire solo argomenti relativi al giudizio sul profitto e sul comportamento dei propri figli. Non solo questo. In molti dei nostri simpatizzanti ci hanno segnalato che anche un altro argomento ha tenuto banco, proposto dai genitori, ovvero  il livello di fame che i bambini manifestano all’uscita di scuola. Ci dicono che è emerso di tutto: chi mangia cinque panini mignon, chi sette pizzette da buffet, chi 4 merendine farcite, chi purtroppo addirittura è scoppiato a piangere nell’implorare la mamma che tentava di mantenere una posizione alimentare salutare. Manca solo che un giorno qualche bambino non ci veda più dalla fame e scambi magari la sua sorellina per una Fiesta. Si scherza, ma a nostro parere con i bambini non bisogna scherzare. Sarà tutto genuino, fresco, biologico, km0  ed inserito in un menù proposto da specialisti dell’alimentazione. Sarà corretto l’accoppiamento di finocchi e lenticchie, il proporre i malinconici cannellini e lenticchie in umido ecc ecc ; ma purtroppo il dato che i bambini escono affamati è reale  e non capiamo come mai nessuno, deputato a farlo, voglia adoperarsi per cercare di capire la motivazione e magari trovare una soluzione. Sembra che sia emerso anche dal confronto che il poco tempo a loro disposizione e gli ambienti poco spaziosi per eseguire il self service (educativo per i bambini) contribuisce a rendere problematico il momento del pasto che invece rappresenta  un momento importante nella vita quotidiana di un bambino. Abbiamo voluto raccogliere queste segnalazioni per cercare di formalizzare la protesta dei genitori che in coro sembrano dire tutti la stessa cosa ”Noi paghiamo per far mangiare i nostri figli a scuola e vorremmo essere sicuri che vengano nutriti a sufficienza” !!! Oggi tutti vogliono parlare, pochi amano stare ad ascoltare. Eppure è essenziale soprattutto in politica. Si può imparare l’ascolto? Certo, ma servono impegno, attenzione, sensibilità. Noi con questo comunicato  abbiamo cercato di avere tutto ciò, adesso tocca a Voi Amministratori. Speriamo bene!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...