CATERINA GALLI (FORZA CIVICA) “LA STORIA PARZIALE DELL’ITALIA NEL XX SECOLO INSEGNATA NELLE SCUOLE E’ UN VULNUS ALLA MEMORIA”

“La vicenda del sostegno dell’ANPI al convegno negazionista sulle foibe è l’estrema sintesi della leggenda propalata al popolo italiano negli ultimi 70 anni: fascisti cattivi, partigiani e comunisti eroi della democrazia. Un vero e proprio vulnus alla nostra memoria”. Questa la disamina di Caterina Galli (Forza Civica) che ribadisce ancora una volta la particolare situazione della scuola italiana dove l’insegnamento della storia del XX secolo risulta davvero parziale. “Nessuna ragione di stato o realpolitik può giustificare nel 2019 l’intitolazione di strade al Maresciallo Tito, Presidente della Federazione Iugoslava, che nell’immediato dopoguerra autorizzò la pulizia etnica della comunità italiana nella penisola istriano-dalmata”. L’esponente di centro-destra sottolinea che le vittime delle foibe non possono subire un declassamento virtuale rispetto ai 6 milioni di ebrei sterminati dall’olocausto nazista.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...