GIOVANNI DI MAGGIO (LEGA) “L’ITALIA RIPARTE DALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE”

Di Giovanni Di Maggio

E’ un evidente dato di fatto che la nuova Legge di Bilancio è ispirata ad un principio di rilancio dell’ economia del Paese che si focalizza dall’ attenzione ai piccoli e medi imprenditori, attraverso una molteplicità di interventi che vanno dal saldo e stralcio delle cartelle esattoriali, alla flat tax e per arrivare ai bonus fiscali per un ampia categoria di lavori di ristrutturazione. In questa direzione si inserisce il complesso delle misure agevolative che riguardano la riqualificazione energetica, il cd recupero edilizio, i lavori “green (sistemazione giardini e balconi) e l ‘acquisto di arredi. La Lega, avendo da sempre sostenuto l’ importanza in termini di ricaduta complessiva della piccola impresa, in particolare quella artigiana, ha voluto prorogare fino alla fine di quest’ anno i bonus per questi lavori e che erano in scadenza lo scorso 31/12. Il Cresme, uno dei più importanti istituti di ricerca e statistica economica, certifica che nel 2018, grazie a questo sistema di incentivi sono stati avviati oltre 28 miliardi di euro di investimenti. Da qui l’ importanza di confermare una misura utile per la nostra economia interna. Nello specifico, viene riconfermata la detrazione del 50% sul costo delle opere di riqualificazione edilizia e dell’ acquisto dei mobili. Inoltre, viene confermatolo “sconto” del 36% sull’ irpef riferita ai lavori di riqualificazione del cd. verde e cioè balconi, giardini e cortili. E ancora, anche alla luce dei tragici eventi sismici di fine anno, grazie ad un apposito emendamento proposto dalla commissione industria del Senato, è stato prorogato anche a quest’ anno il sismabonus che consentirà la detraibilità fino al 85% delle spese per interventi ( verifica e classificazione sismica degli immobili anche in assenza dei lavori). In controtendenza rispetto al passato, dove l’ esecutivo mostrava una maggiore attenzione riguardo ai grandi gruppi industriali e bancari senza che vi fosse una ricaduta significativa sulla microeconomia diffusa ( quella che riguarda le tasche di tutti noi ) con la lega al governo l’ Italia scommette su se stessa partendo dai più piccoli: piccole imprese e artigiani. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...