PARMA CALCIO LEO STULAC “UNA VITTORIA MOLTO IMPORTANTE”

Dal sito del Parma Calcio

Perno del centrocampo Crociato in questa Serie A 2018/2019, Leo Stulac nella vittoria odierna é anche stato protagonista nell’azione del gol segnato da Gervinho che portato il Parma Calcio a una fondamentale vittoria con l’Empoli. Questo il commento del centrocampista sloveno nella mixed zone dello stadio Ennio Tardini: “Per noi questo successo é molto importante, perché ottenuto contro una squadra che lotterà per la salvezza come noi. Per ottenere la salvezza é anche importante saper soffrire, come abbiamo fatto noi oggi. E’ pure fondamentale sapersi difendere con ordine e riuscire a fare gol. Stiamo facendo tutto questo. Stiamo facendo punti importanti. Adesso ne abbiamo dieci. Sapevo che eravamo una squadra forte. Non mi sorprende vedere che, ora, dopo sette giornate, siamo a questa quota. Il nostro gol? Abbiamo un campione come Gervinho, che quando corre va a mille nelle ripartenze, e sa sfruttare il nostro lavoro in mezzo al campo. Le differenze tra Serie B e Serie A sono tante. In Serie A il gioco è molto più veloce. E’ un campionato molto più difficile”.

Annunci

PARMA CALCIO ANTONINO BARILLA’ “CI ABBIAMO MESSO CUORE E GRINTA”

Dal sito del Parma Calcio

Antonino Barillà anche oggi nella vittoria conquistata allo stadio Ennio Tardini contro l’Empoli è stato uno dei maggiori protagonisti in maglia Crociata. In mixed zone ha raccontato così il terzo successo del Parma Calcio in questo campionato: “E’ stata la serata che ci aspettavamo. Sapevamo che era una gara difficile. Dovevamo per forza portare a casa questi tre punti. Ci abbiamo messo tanto cuore e tanta voglia. Alla fine ci siamo riusciti.Sapevamo che l’Empoli era una squadra che palleggia tanto e che cerca le imbucate negli spazi stretti. Abbiamo rischiato qualcosa con i due pali che hanno colpito, però per il resto é andata bene. Io l’immagine di questo Parma che lotta con il cuore? Io sono solo uno dei tanti. Sono come tutti i miei compagni. Noi ci alleniamo quotidianamente per arrivare all’appuntamento con la partita sempre pronti per cercare di raggiungere l’obiettivo della salvezza il prima possibile. Ogni squadra sfrutta le proprie qualità. Noi sfruttiamo al massimo le caratteristiche dei nostro attaccanti. La nostra forma sta crescendo, come sta crescendo la voglia reciproca tra di noi di aiutarci. Sappiamo di essere sulla strada giusta, ma non possiamo permetterci cali di tensione. In Serie A alla minima distrazione vieni punito. Dobbiamo continuare a percorrere questo tragitto così come lo abbiamo imboccato. Per la salvezza devi sempre mettere quel qualcosa in più sul piano fisico e caratteriale. E’ ancora presto per fare un bilancio. Abbiamo dieci punti dopo sette partite, ma sappiamo che il campionato é ancora lungo“.

PARMA CALCIO ALLENATORE D’AVERSA “NON ABBIAMO FATTO ANCORA NULLA”

Dal sito del Parma Calcio

Al termine della gara vinta 1-0 con l’Empoli, Mister Roberto D’Aversa ha commentato l’incontro nella sala stampa del Tardini. “Avevo chiesto ai ragazzi una prestazione fatta di forza in volontà per portare a casa il risultato, va fatto loro un plauso nonostante le difficoltà, vedi il doppio cambio forzato di Gervinho e Dimarco. L’Empoli resta tra le prime 10 in A per possesso palla, i ragazzi sono stati veramente bravi, non era facile. La squadra si è ben comportata, abbiamo ritrovato un Siligardi sopra le righe, bene pure Rigoni ma anche tutta la squadra. Mi spiace per gli infortunati, Gervinho è stato gestito in maniera accurata fin dall’inizio per preventivare gli infortuni, non considerandolo per Napoli dove magari c’è stata qualche critica per non averlo impiegato: bisogna ragionare sulle condizioni fisiche e mentali di ognuno, ci auguriamo non sia nulla di grave sia per lui che per Dimarco”. “Dieci punti in sette gare? Avrei firmato col sangue visto anche il calendario, ma se siamo a questo punto è per merito di questi ragazzi che hanno capito come si deve andare in campo per la salvezza, lottando in ogni gara al di là del valore dell’avversario. Il risultato spesso e volentieri è legato alla volontà e i ragazzi mi stanno stupendo, anche se non avevo dubbi: li vedo allenarsi ogni giorno, c’è un mix tra esperti e giovani e per tutti c’è fame e voglia di raggiungere l’obiettivo. C’è un senso di appartenenza che non è semplice da trovare, soprattutto quando si cambia molto. Dobbiamo solo continuare e non sentirci appagati, non abbiamo fatto ancora nulla“. “Rigoni sta raggiungendo la condizione ottimale, la sua gestione nell’ultima gara è servita per portare a casa il risultato. Il rammarico è che altri che non hanno giocato si siano poi fatti male oggi. Ceravolo? Se ci aspettiamo da lui il lavoro di Inglese non lo otterremo mai, lui è diverso, attacca gli spazi e lavora sulla profondità: è la prima che fa dall’inizio, deve ritrovare la condizione fisica ottimale che si ottiene giocando di più, ha fatto una gara di sacrificio, non è portato a fare la fase difensiva come Inglese e dunque ha consumato energie importanti, il suo è un percorso di crescita, sono molto contento della sua prestazione”. “Barillà lo scorso anno ha fatto un ottimo finale di stagione e ha inciso sulla vittoria del campionato, anche se non amo parlare dei singoli. Sono contento per Nino, lo scorso anno avendo finito molto tempo prima il campionato con il Trapani non si era presentato in condizione fisiche ottimali a differenza di Scavone che era già pronto, sono contento che stia dimostrando di poter essere un giocatore importante anche in Serie A. Io da giocatore ci sono arrivato a 27 anni e avevo tutta la voglia di dimostrare di poterci essere e lui lo sta facendo”. “Sepe l’ho avuto a Lanciano e non ho mai avuto nessun dubbio su di lui, veniva da un periodo in cui non ha giocato per due anni e mezzo, è stata brava la società a portarlo qui subito per potersi allenare e fare le amichevoli, ha raggiunto così la forma fisica ottimale, ha preso poi le misure ma non avevo dubbi”.

CALCIO. PARMA-EMPOLI 1-0

Parma-Empoli 1-0

Marcatori: 34′ pt Gervinho.

PARMA CALCIO 1913: Sepe, Iacoponi, Dimarco (1′ st Gobbi), Stulac, Ceravolo (25′ st Gazzola), Barillà, B. Alves (cap.), Siligardi, Gervinho (4′ st Di Gaudio), Gagliolo, Rigoni.
A disposizione: Frattali, Bagheria, Da Cruz, Deiola, Ciciretti, Biabiany, Sprocati, Bastoni.
All.: D’Aversa

EMPOLI F.C.: Terracciano, Di Lorenzo, Veseli, Zajc, Bennacer (42′ st La Gumina), Caputo, Maietta (cap.), Silvestre, Rasmussen, Krunic (25′ st Traoré), Mraz (15′ st Mchedlidze).
A disposizione: Provedel, Fulignati, Brighi, Mchedlidze, Lollo, Jakupovic, La Gumina, Untersee, Capezzi, Marcjanik, Uçan.
All.: Andreazzoli.

Arbitro: Sig. Luca Pairetto di Nichelino. Assistenti: Sigg. Alberto Tegoni di Milano e Alfonso Marrazzo di Frosinone. IV Uomo: Sig. Valerio Marini di Roma 1. V.A.R: Sig. Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo. A.V.A.R.: Sig. Pasquale De Meo di Foggia.

Note – Calci d’angolo: 2-10. Ammoniti: Rasmussen (E), Di Lorenzo (E), Iacoponi (P), Barillà (P), Traoré (E). Recupero: 0’pt, 3’st. Spettatori: 14.584 (12.959 abbonati, 1.625 paganti di cui 456 ospiti) per un incasso di 153.698,82 Euro.

LAURA CAVANDOLI (LEGA) “CARO ASSESSORE CASA LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTE!”

Comunicato-stampa dell’On. Laura Cavandoli (Lega)

PER RISPETTO AI PARMIGIANI racconto la verità sulla “sensazionale” dichiarazione dell’assessore Casa sui CPR (Centri di Permanenza per il Rimpatrio) apparsa sulla Gazzetta di Parma di oggi. Martedì sera, durante una pausa pubblicitaria della trasmissione Parma Europa, ho chiesto all’assessore Casa se il Comune di Parma avesse dato disponibilità per ospitare un CPR a Parma, dicendogli chiaramente che LA LEGA NON LO VUOLE.

Questo è stato il dialogo:

Cavandoli: “Ci hanno riferito che vi hanno chiesto INFORMALMENTE se volete un CPR a Parma. Mi auguro che abbiate detto di no, perché NOI NON LO VOGLIAMO, la Lega non lo vuole. Non fate la pazzia di prenderlo”

Casa: “Ma non so, non ricordo, Federico?”

Pizzarotti: “Non sappiamo dove metterlo.”

Dopo 5 giorni l’assessore Casa fa pubblicamente la “sensazionale” dichiarazione, in cui strilla il “no” della Giunta a un CPR a Parma asserendo che “la Cavandoli si è detta a favore di nuovi CPR” e mi invita a prendere posizione in merito, ben conoscendo la risposta mia e della Lega. Insomma Casa mente sapendo di mentire, forse per avere un titolo sul giornale?

I rapporti istituzionali sono tutt’altra cosa.

LA POLIZIA MUNICIPALE HA IDENTIFICATO L’IMBRATTATORE DEL BATTISTERO UN MOLDAVO 18ENNE

Ieri sera intorno alle 22.30 circa al Comando della Polizia Municipale è stata segnalata la presenza di alcuni giovani in prossimità del Battistero intenti a sviluppare fiamme con l’uso di bomboletta spray. Un pattuglia si è recata sul posto per le verifiche e ha trovato, abbandonata, la bomboletta utilizzata ma non vi era traccia degli autori. Una cittadina, presente in piazza Duomo, ha segnalato agli agenti di aver visto un ragazzo, accompagnato da altri tre, imbrattare il muro a lato sud del Battistero con un pennarello. Accertata dagli agenti la presenza di una scritta lunga 30 cm sul monumento storico, insieme alla cittadina hanno iniziato a perlustrare le vie limitrofe alla ricerca del gruppetto di giovani. Nel frattempo in Centrale sono state visitate le immagini della video sorveglianza ed è stata fornita agli agenti sul posto la descrizione dell’autore: altezza, tipologia degli abiti indossati e segni particolari per facilitarne l’identificazione. Gli agenti hanno continuato a stazionare nelle vie limitrofe, fino a quando un gruppetto di ragazzi si è presentato sui gradini del Battistero e uno dei ragazzi corrispondeva descrizione fornita dalla video sorveglianza, descrizione confermata successivamente anche dalla cittadina che aveva segnalato l’imbrattamento. Gli agenti della PM hanno così fermato il giovane, un diciottenne di origine moldava, che portato davanti alla scritta ha confermato di esserne l’autore. E’ stato quindi denunciato per il reato art 639 c. p.