PD “SI’ AI RICHIEDENTI DI ASILO NELLE SCUOLE”

Comunicato-stampa del Gruppo Consiliare del Partito Democratico

La scuola è la prima realtà multietnica della nostra società ed in essa si attua giorno per giorno l’integrazione – che a parole tutti dicono di volere. Non si comprende quindi dove sia il problema di affiancare i “nonni vigile” con alcuni richiedenti asilo per aiutare i bambini nell’attraversamento della strada, anzi ci pare proprio che si stia trascendendo il imite. Giudichiamo viceversa un fatto positivo che insieme ai volontari dell’Auser il servizio sia svolto da persone che si prestano a fare una cosa utile per la comunità che le accoglie. Peraltro i leghisti e le destre che oggi gridano allo scandalo, sono quelli che altre volte accusano i richiedenti asilo di non fare nulla di utile per la comunità: una bella coerenza, non c’è che dire. Ma c’è un altro aspetto che oggi vogliamo sottolineare. Queste uscite sui richiedenti asilo da parte della Lega – per il resto praticamente assente dal dibattito in Consiglio comunale da dopo il 4 marzo – insieme alle esecrabili affermazioni sul XXV aprile di pochi giorni fa, sembrano parte di una precisa strategia mediatica che punta a costruire il consenso non tanto con azioni concrete nell’interesse della città, ma con ambiguità come quelle lette in questi giorni che non portano alcun beneficio ai cittadini. Siamo certi però che Parma sia una città orgogliosamente solidale, capace di affrontare i propri problemi nel rispetto dei diritti di tutti e della legalità. Come PD sosterremo le iniziative che aiutano le persone a costruire una migliore convivenza.

Annunci

PARMA CALCIO ALLENATORE D’AVERSA “ORA IL NOSTRO UNICO PENSIERO E’ LA TERNANA”

Dal sito del Parma Calcio

Mister D’Aversa ha incontrato i giornalisti nella sala stampa del Centro Tecnico di Collecchio, per parlare della sfida di domani al Tardini (ore 15) tra i Crociati e la Ternana. “Sinceramente credo che da quando faccio l’allenatore è la prima volta che non riguardo l’ultima partita. Credo che quello che dobbiamo fare in questo momento, ed è ciò che ho detto ai ragazzi, è pensare esclusivamente alla gara di domani contro la Ternana. Queste ultime quattro partite dobbiamo affrontarle come se iniziassero i playoff, ogni gara è diversa dall’altra. Non dobbiamo fare altri discorsi che non siano relativi alla Ternana, perchè tutto il resto può portare un consumo di energie del quale non abbiamo bisogno, e qualsiasi altro discorso può generare ansie che non ci servono. Dobbiamo affrontare ogni gara una alla volta con il massimo impegno per cercare di portare a casa il risultato. L’unico nostro obiettivo è domani. Dobbiamo semplificare il più possibile il consumo di energie e l’aspetto mentale, pensiamo gara per gara e ad affrontare la Ternana nel migliore dei modi valutando tutte le situazioni e gli infortuni, e guardando alle condizioni fisiche di ognuno dei giocatori. Strascichi di una partita negativa non ci servono, c’è invece bisogno di pensieri positivi, di andare in campo in maniera serena“. “Scozzarella molto probabilmente verrà in panchina, ha accelerato molto i tempi, chiaro che la sua condizione fisica non è ottimale: sta dimostrando attaccamento a questi colori, vuole esserci a tutti i costi anche se non è ancora al meglio. Quando mancano poche gare si cerca di accelerare e rendersi subito disponibili. Di Cesare è convocato così come Scavone, poi domani vedremo le scelte da fare, ho ancora un paio di dubbi“. “La Ternana è una squadra che da quando è arrivato De Canio – che ho avuto come allenatore, mi fa piacere ritrovarlo perchè è una persona eccezionale e fra tutti gli allenatori che ho avuto credo che sia l’unico che sento ancora – ha avuto un ottimo percorso, hanno fatto molti punti, vengono da una sconfitta con il Pescara ma avevano vinto prima a Perugia un derby importantissimo. Bisogna scendere in campo rispettando l’avversario, consapevoli del fatto che se si affronta la partita con la voglia e la determinazione di portare a casa il risultato i valori tecnici possono venir fuori“. “Il campo ha dimostrato che Ceravolo e Ciciretti sono due giocatori recuperati, vedremo domani considerando che ci sono tre partite in una settimana. La cosa importante è che abbiano recuperato. In questo campionato sia per quanto riguarda il sistema di gioco e singola posizione è importante l’aspetto mentale, a quattro gare dalla fine contano la determinazione nel momento in cui hanno palla gli altri e la serenità quando ce l’abbiamo noi, conta la volontà di portare a casa il risultato. Il campionato stesso ha dimostrato che quando Dezi pensava che il suo ruolo naturale fosse di mezzala a sinistra, ha fatto le sue partite migliori a destra. Se dovessi decidere di giocare con Scavone, Barillà e Dezi dovrò fare valutazioni in base anche alla squadra avversaria, con eventualmente Barillà a sinistra, Dezi a destra e Scavone play, ma vedremo quelle che saranno le scelte“. “La voglia di riscatto? Domenica mattina eravamo già consapevoli che dopo 48 avremmo avuto un’altra partita. Tutto passa dall’affrontare le gare in maniera serena, la tensione ti può portare a non rendere al massimo“.

OSSERVATORIO SULLA SICUREZZA STRADALE I DATI DEL MESE DI MARZO

La Prefettura di Parma rende noti i dati raccolti dall’Osservatorio Provinciale per il monitoraggio degli incidenti stradali dipendenti dall’eccesso di velocità relativi al mese di marzo 2018. Gli incidenti rilevati sono stati 186, di cui 95 con soli danni a cose, 89 con feriti ed 1 con esito mortale. Le violazioni contestate sono state 11.616, con 46 patenti ritirate e 101 veicoli sequestrati. Le persone fermate e controllate per guida in stato di ebrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti sono state 1.308. Di queste 17 sono risultate positive all’abuso di alcol e 5 all’uso di sostanze stupefacenti. Le patenti sospese sono state: 28 a seguito di incidenti stradali con feriti, 2 per velocità non commisurata ai limiti imposti, 26 per guida in stato di ebrezza alcoolica e 5 per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Permangono i dispositivi di controllo programmati dall’Osservatorio Provinciale per la Sicurezza Stradale.

FABRIZIO PESCI SI RACCONTA. DA NOCETO VERSO IL MONDO

Dal sito di Fabrizio Pesci

http://www.fabriziopesci.it/mostre.htm

Nacqui a Parma, città di cultura artistica e musicale, nel 1969. Ebbi una spiccata attitudine alla manipolazione della materia sin da bambino, ma il mio approccio all’arte avvenne in età adulta. Concretizzando la realizzazione di importanti esperienze commerciali di marketing e comunicazione con buoni risultati, entrai in una fase di riflessione interiore che, in pochi mesi, mi portò ad un contatto fulmineo con la pratica pittorica, esternando la mia vera identità comunicativa. Iniziai da autodidatta esprimendo ciò che volevo realizzare. Questo cambiamento di vita mi portò a riscoprire la passione per la storia ed i siti archeologici. Mi avventurai tra siti megalitici irlandesi, bretoni, inglesi, maltesi… studiando in loco la simbologia rappresentativa e divinatoria come primitiva forma di comunicazione dell’esistenza umana sulla terra. Tali siti mi rivelarono la produzione artistica che sto realizzando, risvegliando questi messaggi metaforici mistici, a noi in parte sconosciuti, ma che esprimono un sapere antichissimo delle popolazioni che hanno vissuto in quei luoghi. Osservando e convivendo quotidianamente con le mie opere scopro arricchimenti di significati, occulti al momento della realizzazione che alimentano la motivazione sul percorso scelto, forse dando un contributo alla produzione artistica contemporanea. Il mio percorso artistico espositivo è iniziato fra il 2003/2004 con alcune mostre a Parma, Reggio Emilia e poi il corso per curatori di mostre “Futuro 2000” a Roma organizzato da Lodovico Pratesi. Nell’anno 2005 inizia quello professionale partecipando alla VI BIENNALE INTERNAZIONALE DI MALTA (105 paesi) presieduta da Dame Françoise Tempra con la presentazione della sezione italiana curata dall’agenzia ARTEFORMA (TV), dell’allora Presidente del PARLAMENTO EUROPEO JOSEP BOREL, vinsi un premio sull’opera come artista emergente italiano. Il 2005 si chiuse con la menzione speciale vinta alla XXXXI edizione internazionale GROLLA D’ORO (TV). Dal 2006 iniziai un percorso espositivo curato dall’Agenzia ARTEFORMA toccando numerose citta italiane: Roma, Verona, Treviso, ecc…  Nel 2006 esposizioni all’estero iniziarono con un tour espositivo a Barcellona “Contexto exterior” entrando poi nel 2007 con mostre a Milano, Asolo (TV), Parma e arrivando poi a Parigi al CENTRE CULTUREL CHRISTIAN PEUGEOT. Poi la VII BIENNALE INTERNAZIONALE DI MALTA. Il 2008 si struttura con varie mostre in Italia al Museo di Crocetta del Montello (TV), Noceto al Castello “Museo della Musica”, all’estero fra Parigi, Berlino all’ART CENTER BERLIN Istituzione per l’arte contemporanea ed in Messico alla BIENAL CHAPINGO a Citta del Messico. Poi conseguendo la Maturità al “LICEO ARTISTICO PAOLO TOSCHI” di Parma. L’anno espositivo 2009 inizia la partecipazione alla VIII BIENNALE INTERNAZIONALE DI MALTA, passando per Bratislava al CASTELLO SEDE DEL PARLAMENTO SLOVACCO, poi ancora a Parigi e a Vienna all’ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA, ritornando a Parigi ad un evento espositivo al MUSEE DU LOUVRE. I progetti espositivi futuri in corso di organizzazione si svilupperanno nel continente americano con Tour espositivi in Brasile, Costarica ed altri paesi del Sud America ed in città degli USA quali Los Angeles e New York. Le mie apparizioni su quotidiani e magazine artistici sono molteplici: TEMACELESTE, ARTECULTURA, DROMEMAGAZINE, MONOPOL, ecc. ed in particolare il magazine cinematografico DARIAMAGAZINE della TORONTO PICTURES, Toronto (Canada).

LEGA “NO A RICHIEDENTI DI ASILO AL POSTO DI NONNI-VIGILE E LAVORATORI HAPPY BUS”

Comunicato-stampa del Gruppo Consiliare della Lega

Qualcuno dovrebbe spiegare al sindaco Pizzarotti che i servizi per l’infanzia servono ai bambini e non ai suoi esperimenti di ingegneria sociale per l’integrazione degli immigrati irregolari”, lo dice il Gruppo della Lega in consiglio Comunale nel presentare un’interrogazione sull’utilizzo di richiedenti asilo nel servizio di trasporto scolastico Happy Bus rivolto ai bimbi tra i 2 anni e mezzo e i 14 anni e nella vigilanza davanti alle scuole un tempo affidata ai nonni-vigile dell’Auser. Nell’interrogazione si chiede al sindaco quanti siano i migranti coinvolti, quali le loro mansioni, se parlino o meno l’italiano, che formazione specifica abbiano, se siano stati verificati eventuali  precedenti penali, se sia previsto un supervisore, perché la presenza e attività dei richiedenti asilo non è stata inserita nel Regolamento del servizio Happy Bus e perché non sono stati preventivamente informati i genitori. “I richiedenti asilo – prosegue il Gruppo del Carroccio –, non sono rifugiati, ma sono migranti entrati illegalmente nel Paese e sono in attesa di sapere se l’Italia gli riconoscerà protezione umanitaria. Cosa che riguarda solo una minoranza di loro. Nella maggior parte dei casi, non si sa nemmeno chi siano veramente e alla fine dovranno essere espulsi”. Nel 2017 sono state presentate in Italia 130.119 richieste di protezione internazionale, ne sono state esaminate 81.527 e ne sono state rigettate quasi il 60%. Tutte queste persone dovranno lasciare l’Italia. “Se e quando ad alcuni di loro sarà riconosciuto che sono veri rifugiati – aggiungono i consiglieri leghisti –  sarà giusto e lecito coinvolgerli in attività anche sociali come ogni cittadino italiano, ma fino ad allora non possono e non devono svolgere lavori delicati come i servizi a disabili e bambini o togliere lavoro ai parmigiani come con i nonni-vigile o i lavoratori dell’Happy Bus”. “Prima il Centro estivo per i ragazzi disabili, adesso la vigilanza scolastica e l’Happy Bus – concludono  – il Comune continua ad utilizzare i richiedenti asilo nei servizi rivolti a soggetti fragili e bisognosi di attenzione particolare al posto di lavoratori formati e qualificati. Sta iniziando a diventare un’abitudine preoccupante: i servizi sono previsti per i parmigiani e sono pagati dai parmigiani.

CALCIO. RIPRESA DEGLI ALLENAMENTI DEL PARMA

Dal sito del Parma Calcio

Il Parma Calcio, questa mattina, si è ritrovato al Centro Sportivo di Collecchio, dopo la gara giocata ieri in campionato contro la Pro Vercelli, per riprendere la propria preparazione in vista del suo prossimo impegno in Serie B ConTe.it (39^ giornata), la gara infrasettimanale allo stadio Tardini in programma martedì 1 maggio (fischio di inizio: ore 15:00) contro la Ternana. I giocatori che ieri hanno disputato tutto l’incontro hanno svolto una sessione defaticante in piscina. I loro compagni, dopo il riscaldamento, hanno eseguito esercizi di tecnica applicata, possessi palla e hanno giocato una partita su un campo a dimensioni ridotte. Alessandro Lucarelli e Gianni Munari sono stati sottoposti a terapie, come Pasquale Mazzocchi e Luca Siligardi che, usciti anzitempo durante la gara di ieri, nella giornata di domani verranno sottoposti ad esami strumentali. Alessio Da Cruz ha lavorato con modalità differenziata. Valerio Di Cesare, Manuel Scavone e Matteo Scozzarella hanno svolto l’intera seduta con i loro compagni. Domani, lunedì 30 aprile, sempre al Centro di Collecchio sono previste la seduta di rifinitura a porte chiuse e, alle ore 14:30 in sala media, la conferenza stampa pre match di Mister Roberto D’Aversa.