LAURA CAVANDOLI (LEGA NORD) “IUS SOLI NEL PROGRAMMA DEL PD CHE NON NE PARLA”

Comunicato-stampa di Laura Cavandoli Capogruppo della Lega Nord nel Consiglio Comunale di Parma e candidato Lega Salvini premier Camera dei Deputati collegio uninominale Parma Colorno Sorbolo e comuni limitrofi

In un mese di campagna elettorale del PD a Parma, non abbiamo mai sentito parlare di “Ius Soli”: non un manifesto, non una parola. Candidati locali e paracadutati, dirigenti e ministri in trasferta elettorale del Partito Democratico sono venuti a Parma a parlare di tante cose e a fare promesse su tutto, ma non sullo Ius Soli. Per esempio, non abbiamo sentito nulla dalla candidata del PD Annibali nel mio stesso collegio. Se eletta, voterebbe a favore dello Ius Soli? Agli elettori interessa. Eppure il progetto di estendere la cittadinanza italiana a centinaia di migliaia di giovani stranieri è nel programma del PD e, qualche mese fa, ministri, parlamentari, dirigenti e militanti del partito facevano lo sciopero della fame per lo Ius Soli. Forse hanno paura che la gente di San Leonardo, dell’Oltretorrente, del Centro storico, del piazzale della Stazione e di tutti quei quartieri che vedono ogni giorno spaccio, degrado, bande etniche non li voti? Fanno bene. Noi invece vogliamo essere chiari. L’Italia non ha bisogno e non si può permettere lo Ius Soli e la folle politica migratoria del PD. La Lega e il Centrodestra al governo vogliono che la cittadinanza sia una conquista alla fine di un percorso di vera integrazione: quindi no Ius Soli, controlli alle frontiere e rimpatrio dei clandestini. Per noi, vengono prima gli italiani.

Annunci

LAURA CAVANDOLI (LEGA NORD)”PERCHÉ PARMA… E’ IMPORTANTE”

Dalla pagina facebook di Laura Cavandoli Capogruppo della Lega Nord nel Consiglio Comunale di Parma e candidato Lega Salvini premier Camera dei Deputati collegio uninominale Parma Colorno Sorbolo e comuni limitrofi

La mia critica non è rivolta verso la Candidata, ma verso l’uso disinvolto delle candidature da parte del Partito democratico, in cui si usa un noto testimonial per fini di marketing politico. Volete votare Lucia Annibali, lo potete fare a #Ivrea, a #Moncalieri, a #Novara, a #Biella, a #Vercelli, a #Vicenza, a #Verona, a #Rovigo e infine anche a #Parma. Che legame con il territorio ci può essere se la campagna elettorale diventa un tour mediatico? Mi ero posta lo stesso problema quando il mio movimento mi ha proposto di candidarmi in altri Collegi, per me l’unico Collegio è quello di Parma, in cui: vivo, lavoro, cresco i miei figli. Sono sicura che la Collega Annibali sarà eletta, trovando spazio in altro Collegio e ci ritroveremo a fronteggiarci sugli scranni della Camera dei Deputati, ma questo non può avvenire sulle spalle di Parma che merita un rappresentante del proprio territorio. Nulla di personale, solo che per me #parmaèimportante

MARIA GABRIELLA SAPONARA (LEGA NORD) “GLI AGRICOLTORI SONO LE SENTINELLE DEL NOSTRO TERRITORIO”

“Gli agricoltori sono le sentinelle del nostro territorio”. Questa la considerazione di Maria Gabriella Saponara candidato Lega Nord Senato collegio uninominale Reggio Emilia e Scandiano che si impegna a difendere il Made in Italy e i brand territoriali come il Prosciutto di Parma e il Parmigiano-Reggiano. “Occorre procedere con le tecniche di etichettatura e tracciabilità dei prodotti per garantire ai consumatori qualità e tutela della salute”. Saponara ribadisce che tale questione è fondamentale. “E’ in gioco la sovranità alimentare del nostro paese”. L’esponente leghista sottolinea infine l’importante ruolo dell’agricoltura che costituisce la prima risorsa dell’economia italiana, malgrado l’evoluzione tecnologica degli altri settori. “La terra deve essere salvaguardata dal dissesto idrogeologico e dalla cementificazione indiscriminata perchè è un bene comune di tutti noi”.

LAURA CAVANDOLI (LEGA NORD) “DIFFIDATE DELLE IMITAZIONI, VOTATE LEGA!”

Comunicato-stampa di Laura Cavandoli Capogruppo della Lega Nord nel Consiglio Comunale di Parma e candidato Lega Salvini premier Camera dei Deputati collegio uninominale Parma Colorno Sorbolo e comuni limitrofi

Sicurezza, Immigrazione, Lavoro e riforma della tassazione sono gli argomenti classici della Lega, oggi tutti i partiti politici si sono ritrovati sui nostri temi. Non per confutarli, ma per farne i loro cavalli di battaglia in campagna elettorale”, ha detto Giancarlo  Giorgetti il vice segretario federale  della Lega, oggi a Parma per la campagna elettorale dei candidati parmigiani del Carroccio:   Laura Cavandoli, candidata all’uninominale per la Camera nel Collegio Parma e bassa, Maria Saponara, candidata all’uninominale per il Senato nel Collegio Parma e Scandiano, Giovanni Battista Tombolato, uninominale Camera nel Collegio di Fidenza, Gianluca Vinci e Emiliano Occhi, candidati nel plurinominale Camera  e Maurizio Campari, plurinominale Senato. Giorgetti ha parlato di Flat tax al 15% per far emergere il sommerso e rilanciare consumi e occupazione, di Pace fiscale, la rottamazione delle cartelle Equitalia sotto i 200mila Euro per i contribuenti in regola con la presentazione delle dichiarazioni, di blocco dell’immigrazione irregolare, di certezza della pena per i criminali e di legittima difesa. “Non c’è un partito in questa campagna elettorale che non strilli ‘più sicurezza’, ‘meno tasse’, ‘più lavoro’, ‘aiutiamoli a casa loro’ e magari, come il Pd, sono proprio quelli che depenalizzano i reati e rimettono in libertà i criminali, che si inventano ogni giorno una nuova tassa, che hanno istituzionalizzato precariato e  stipendi da fame e che hanno fatto entrare nel Paese migliaia di clandestini. Hanno capito che il Paese è stanco, ma il 4 marzo diffidate dalle imitazioni e votate Lega”, ha aggiunto Laura Cavandoli, candidata alla Camera dei Deputati Collegio Uninominale 12 Parma e Bassa.

PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA ECONOMICO DELLA LEGA CON L’ON. GIORGETTI, LAURA CAVANDOLI, GIANLUCA VINCI

Presentazione del programma economico della Lega nella sala-stampa del Comune di Parma. Un parterre veramente eccezionale con la guest star On. Giancarlo Giorgetti, Laura Cavandoli Capogruppo in Consiglio Comunale e candidato Camera dei Deputati collegio uninominale Parma, Gianluca Vinci Segretario Nazionale Emilia e capolista collegio plurinominale Piacenza-Parma-Reggio Emilia, gli altri candidati Emiliano Occhi Segretario Provinciale, Maria Gabriella Saponara, Giovanni Tombolato. “La Lega è pronta a governare il paese”. Questo il messaggio lanciato da Giorgetti a pochi giorni dal voto. “Come hanno dimostrato le elezioni amministrative del giugno scorso anche l’Emilia si sta scolorando di rosso”. L’analisi di Gianluca Vinci che ha ricordato le vittorie a Piacenza, Vignola, Budrio strappate al Pd grazie al forte radicamento sul territorio. “La flat tax libererà i cittadini da una vera e propria dittatura fiscale e risolleverà le medie e piccole imprese motore fondamentale della nostra economia. Oltre a rilanciare lo sviluppo, difenderemo i brand italiani, in particolare quelli locali come il Prosciutto di Parma e il Parmigiano-Reggiano, da un’Europa che punta all’omologazione globale disconoscendo i valori territoriali”. Laura Cavandoli ha pertanto ribadito il suo impegno a difesa del Made in Italy che Renzi e Calenda hanno svenduto a Bruxelles.

LAURA CAVANDOLI (LEGA NORD) “COLORNO ABBANDONATA AL SUO DESTINO DAL PD”

Comunicato-stampa congiunto di Laura Cavandoli Capogruppo della Lega Nord nel Consiglio Comunale di Parma e candidato Lega Salvini premier Camera dei Deputati collegio uninominale Parma Colorno Sorbolo e comuni limitrofi e Maria Saponara candidato Lega Salvini premier Senato collegio uninominale Parma

“Colorno ha diverse emergenze: dai furti nelle case al Ponte per Casalmaggiore, al disastroso stato in cui si trova la Stazione Ferroviaria che oggi è per molti l’unico modo per andare in Lombardia”, queste le segnalazioni raccolte da Laura Cavandoli e Maria Gabriella Saponara candidate del Centrodestra, rispettivamente a Camera e Senato, che hanno incontrato i cittadini di Colorno in Stazione e al mercato cittadino. “Sono aumentati i furti in abitazione – spiegano le esponenti leghiste del Centrodestra – anche al pomeriggio in case abitate con la gente dentro. I malviventi si sentono sicuri e impuniti. Non è accettabile, vogliamo più controllo del territorio, la certezza della pena per i reati e, nel caso di stranieri, l’espulsione immediata”. “Abbiamo già segnalato – proseguono – la lentezza con cui il Centrosinistra ha affrontato il problema del Ponte per Casalmaggiore e i ritardi nello stanziamento dei fondi per il restauro, di cui tutti parlano, ma che non sono ancora arrivati. Sulla strada mancano cartelli che segnalino con chiarezza la chiusura del ponte e i percorsi alternativi: ogni giorno ci sono Tir costretti a fare pericolosamente manovra. Cosa succede in caso di nebbia o neve?”. “Durante il sopralluogo in Stazione ferroviaria, che tanti colornesi oggi usano per varcare il Po – concludono le candidate del Centrodestra- abbiamo trovato una situazione pietosa e pericolosa: vetri rotti, nessun servizio igienico, porte senza vetri, sedute sporche e imbrattate. Il sindaco leghista di Casalmaggiore invece, per aiutare i suoi pendolari, l’ha rimessa a nuovo: questione di rispetto dei cittadini”.

ALBERTO PRANTERA (FORZA CIVICA) “PICCOLI DITTATORI CRESCONO”

Comunicato-stampa di Alberto Prantera (Forza Civica)

Vorrei manifestare la mia solidarietà di cittadino nei confronti dei
militari malmenati selvaggiamente in occasione del corteo di Piacenza del 10/2/18. Esprimo la mie perplessità nei confronti di coloro che si professano portatori di pace e democrazia, per chi dice di essere da sempre disposto al confronto, alla carità e alla solidarietà universale, facendo esattamente l’opposto. Infatti molto avrei da dire riguardo a questi paladini della giustizia del nulla che tanto odiano i militari coloro i quali tutelano anche loro stessi nei momenti di bisogno. Proprio loro che pretendono di avere la verità in tasca ma che in verità creano disordini basandosi sul proprio credo politico dimenticandosi che la storia ci insegna anche altro. Sono sempre loro, quelli che si dichiarano a gran voce antifascisti ma che al momento opportuno si dimostrano tutt’altro che democratici, esprimendo il loro dissenso con atti vandalici nei confronti di cose (pubbliche), e persone che hanno radici di pensiero differente alla loro. In effetti l’occupazione di spazi non propri (cosa a loro usuale, vedi i centri sociali) che permette loro di vivere sulle spalle degli altri la dice molto lunga sul grado di dignità appartenente a queste persone. Un’altra considerazione che vorrei fare sta nello scarso equipaggiamento  di cui dispongono le nostre Forze dell’Ordine, dell’ancor più scarso numero di militari impiegato in occasione di tali cortei, specie se si  tiene conto del fatto che di fronte ad uno scempio simile, gli agenti sono costretti dalla legge stessa solo a difendersi. Mi auguro una politica migliore per il futuro che tuteli al meglio i difensori dello Stato, e che lasci il tempo che trova ad inutili sovvenzioni nei confronti di chi si distacca dalla realtà inneggiando al  degrado generale finalizzato a vere e proprie guerriglie urbane che niente hanno a che vedere con la difesa di una storia o di un principio. Desidero pertanto esprimere solidarietà ai famigliari degli agenti feriti mentre semplicemente stavano svolgendo il loro lavoro.